Cosa ti può interessare?

WaltherPark, Bolzano

WaltherPark
WaltherPark
WaltherPark
WaltherPark
WaltherPark
WaltherPark
WaltherPark

Descrizione progetto

Il progetto Waltherpark Bolzano come opera edilizia all’interno della città per la rivitalizzazione dell’area attorno alla vecchia stazione degli autobus comprende un centro commerciale con garage sotterraneo, un hotel, degli appartamenti e uffici con 550.000 m³ di volume costruito, così come ampi spazi verdi e un nuovo piano urbanistico con una galleria sotto via Alto Adige.
L’edificio ha 4 piani interrati e fino a 8 piani fuori terra, di cui il secondo piano funge da piano di ripartizione per permettere alle parti dell’edificio disposte sopra di esso il disegno planimetrico più flessibile possibile. La struttura portante si compone di una ossatura in cemento armato con un grigliato di colonne di maglia quadrata 8,25 m x 8,25 m, completata da nuclei di controventatura e pareti isolate. Nell'area adibita a zona di carico sono necessarie massicce travi composte in acciaio-calcestruzzo con luci fino a 20 m, a causa degli ampi spazi liberi richiesti e degli edifici a 8 piani sovrastanti. La realizzazione di questo progetto è possibile solo con un articolato sistema di protezione dell’opera di scavo necessaria alla costruzione dell’edificio, il quale è realizzato con l'impiego di diverse tipologie di opere di sostegno, come paratie di pali / micropali ancorate, sottomurazioni in jet-grouting ancorate, sistemi puntellati con il metodo tedesco Kernbauweise e pareti chiodate, erette lungo il perimetro di scavo per una profondità di ca. 17,9 m risultando fondamentale anche per le complesse condizioni al contorno dovute agli edifici vicini.

Informazioni progetto

Committente
SIGNA Holding

Le nostre prestazioni
Pianificazione e progettazione della fase concettuale, progettazione strutturale, pianificazione degli scavi, pianificazione dei collegamenti tra le abitazioni , coordinamento della sicurezza

Persona di riferimento
Dipl.-Ing. Rudi Moroder

Architetto
David Chipperfield Architects, Berlin, Germania
Dieter Mathoi Architekten, Innsbruck, Austria

Photocredits

Signa, Bergmeister